Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Segui il Canale di Youtube Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguimi su Pinterest


Carl Lightman, Cinesica, Comunicazione, Lie To Me, Linguaggio Non Verbale, Paul Ekman, Prossemica, Semiotica,


Spero tu abbia avuto già modo di vedere la serie Lie To Me, dove Tim Roth interpreta Cal Lightman, uno studioso specializzato in cinesica, capace di comprendere il significato delle espressioni facciali e della comunicazione non verbale, e attraverso questi riuscire a risolvere casi criminali sempre più ingarbugliati.

E’ un buon telefilm, di quelli che la televisione americana riesce spesso a sfornare, e se non l’hai visto ti consiglio di vederlo.

Te ne parlo perché, se l’hai visto, ti sarai chiesto almeno una volta se ciò che fa è veramente possibile e se, magari, è possibile usare queste tecniche nella vita reale. Una conoscenza di questo tipo, implementata nella vita quotidiana, comporterebbe perlomeno due differenti tipi di vantaggi:
Ti consentirebbe di essere consapevole dei messaggi che trasmetti 
Ti metterebbe in grado di leggere ed interpretare i messaggi degli altri
Be’, che tu te lo sia chiesto o meno, la risposta è un fragoroso sì. 
E' possibile fare come Cal Lightman!
In primo luogo ciò che devi sapere è che Cal Lightman esiste davvero. O meglio, il personaggio di Cal Lightman trae ispirazione dal vero Paul Ekman, uno psicologo statunitense, il massimo esperto mondiale del riconoscimento delle emozioni e delle espressioni facciali nonché una delle 100 persone più influenti sulla terra!
In secondo luogo, le tecniche usate sono comunemente riconosciute dalla comunità scientifica e prendono il nome, rispettivamente, di cinesica (lo studio del linguaggio del corpo), prossemica (lo studio dei gesti, dello spazio e delle distanze nella comunicazione) e semiotica ( lo studio dei segni e dei significati).
Prima di introdurti alle tecniche che ti consentiranno di leggere le persone in una maniera mai fatta prima, desidero che tu tenga in considerazione un fattore molto importante. 
Prossemica, cinesica e semiotica sono scienze umane. Questo sta a significare una cosa molto semplice: non hanno mai l’esattezza scientifica che potrebbe avere, ad esempio, un esperimento di fisica. Questo per un motivo molto semplice: gli uomini non sono atomi. Sono esseri senzienti nei quali si intersecano in un complesso assai ingarbugliato pensieri, emozioni, passato, inconscio e raziocinio.
Quindi, quando tu scorgi un segnale non verbale è importante avere cura di prestare attenzione all’ambiente o a qualsiasi condizionamento che potrebbe influire sulla procedura comunicativa del soggetto.
Bene, ora veniamo a noi e cerchiamo di scoprire gli 11 modi per riuscire a leggere una persona prima che apra bocca! 
Ecco cosa fare se la persona..


1 MUOVE IL PIEDE ECCESSIVAMENTE




Generalmente si tratta di un tipo di segnale che viene identificato con la voglia di fuggire. E’ vero ma non sempre. Ciò che invece è vero sempre è che si tratta di un chiaro segnale di impazienza, insofferenza ed insicurezza. Sta a te valutare quali possono essere le ragioni che lo generano, che possono essere legate a disagio, insicurezza o problemi banalmente più prosaici (necessità di andare alla toilette).



Se ti stai impegnando ad interessare una persona e vuoi sapere se ci stai riuscendo, guardare i suoi piedi potrebbe esserti molto di aiuto..



2 HA LO SGUARDO SFUGGENTE

In questo caso, quando una persona non ricambia uno sguardo, questo messaggio viene associato alla menzogna. Non è detto. Ciò che però è sicuro è che la persona ha qualcosa che non vuole comunicarti. Fai attenzione! Questo non significa necessariamente che la persona stia assumendo un atteggiamento scorretto nei tuoi confronti! Può darsi che non voglia rivelarti un suo stato emotivo, od una sua preoccupazione.

Non indagare quindi con sospetto, ma cerca di capire in che modo puoi aiutare la persona ad uscire da questa sensazione spiacevole.

3 SI TOCCA INSISTENTEMENTE IL NASO

“Se ti tocchi il naso, stai mentendo!”
Quante volte si è sentito? Be’, sappi che c’è qualcosa di vero. Se una persona si tocca insistentemente il naso (ma anche le orecchie, le tempie od il collo)… questo significa che vive una situazione di disagio. Un disagio che può essere associato ad un dubbio, ad una sensazione di ansia o anche, semplicemente, ad una profonda insicurezza.

In questo caso ciò che occorre tu faccia è cercare di porre delle domande verificando rispetto a quali si accentua questa tendenza a toccarsi. Riuscirai ad identificare qual è l’argomento che provoca queste sgradevoli sensazioni.

4 TIENE I PUGNI SERRATI

In questo caso si ha a che fare con un soggetto che sta vivendo forti sconvolgimenti emotivi, furia, rabbia ed ira e che cerca, tuttavia, di controllarsi, sfogando nei suoi arti questo stato di tensione che lo prende.  Non si ha sempre a che fare, come si crede, con persone violente quindi, ma con persone che hanno problemi ad incanare le loro emozioni e farle fluire in maniera serena.



Se vedi una persona così hai due strade: evitarla finché non sbollisce oppure cercare di aiutarla ad uscire naturalmente da questo stato emotivo (ed è quello che ti consiglio).

5 RASCHIA LA VOCE


I casi sono due: o la persona ha mal di gola, ed allora se hai bisogno di informazioni puoi andare sul sito di medicina 33, oppure, ed allora puoi restare qui, si ha a che fare con un soggetto che vive un incongruenza tra ciò che dice e ciò che pensa.

E’ il caso classico della bugia, un comportamento che l’inconscio manda quando sta vivendo una contraddizione.



Se hai a che fare con un venditore che raschia la voce mentre ti vende qualcosa… meglio fare un giretto in un altro negozio

6 TIENE LE BRACCIA CONSERTE



No. Quando una persona dice che fa così perché è più comoda non dice la verità, sebbene non stia mentendo. Dice così perché è il suo inconscio “a stare più comodo”, scaricando nella postura la tensione per una situazione che non vive serenamente.

Le braccia conserte indicando la volontà di segnare una chiusura tra sé e gli altri.
Questo non necessariamente perché la persona non è interessata a ciò che dici o perché non gli vai a genio, ma spesso la ragione è legata ad una insicurezza di fondo, ad un timore di sbilanciarsi o aprirsi troppo, correndo il rischio di essere ferito.

Se vedi una persona a braccia conserte non ti offendere né demoralizzare, ma riempilo di sorrisi ed attenzioni sincere. Vedrai che dopo poco le braccia conserte si ritroveranno magicamente distese!

7 È SEDUTA AI BORDI DELLA POLTRONA

Una persona che sta seduta scomodamente ai bordi di una poltrona può comunicarti due cose differenti: o ha letto questo post e cerca di mostrarsi estremamente efficiente oppure sta esprimendo aggressività. Stare ai bordi della poltrona vuol dire essere pronti a rialzarsi in fretta, e balzare sulla preda…

Se hai a che fare con persone che assumono questa postura la cosa migliore è cercare di capire da dove proviene l’aggressività, ed annullare le cause che la generano.


P.S. Con il tipo della foto puoi stare tranquillo!!

8 PORTA LE MANI ALL'ALTEZZA DELLA GOLA



In questo caso la persona sta toccando la gola perché inconsciamente cerca di interrompere il flusso d’aria che passando dalla faringe genera la costruzione di parole. Parole che, sempre inconsciamente vorrebbe dire. Si genera una contraddizione tra due differenti pulsioni che prova a trovare pace esprimendosi in questo gesto rivelatore.  La persona ha qualcosa da dire, qualcosa di molto importante, ma sta esitando perché non è sicuro che sia la cosa migliore da fare.


Se ti trovi a che fare con una persona che vive questo stato, ciò che devi fare è rassicurarla sul fatto che tu sei una persona onesta (e devi esserlo!) e degna delle sue confidenze.

9 SI GUARDA LE UNGHIE

Hai a che fare con una personalità tendenzialmente insoddisfatta di alcuni aspetti della sua vita, e che necessita di controllare eccessivamente aspetti anche insignificanti della sua esistenza.

In altre parole: hai a che fare con un vero pignolo e precisino!


Se hai a che fare con un soggetto di questo tipo, è buona regola prestare attenzione ai particolari della tua espressione e della tua gestualità, perché presterà attenzione ad ogni particolare di te e ne trarrà giudizi di carattere generale.

E A TE? E' MAI CAPITATO DI INTERPRETARE CORRETTAMENTE DEI SEGNALI VERBALI?

5 commenti :

  1. Io però sapevo che se uno si tocca i capelli è perché gli piaci!

    RispondiElimina
  2. Articolo interessante e ben redatto che ti spinge ad approfondire il tema.
    Ho visto i telefilm in questione e a dire il vero mi sono molto piaciuti.
    erie5.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Erie. Tieni d'occhio queste pagine perché stiamo preparando un po' di tutorial su questo argomento!

      Elimina
  3. Ma nooo mi ero proprio vista una puntata di Lie to me e mi stavo domandando come facesse!!!

    RispondiElimina
  4. Ottimo articolo, ho studiato il linguaggio del corpo e noto come l'articolo sia fatto bene e come dona importanti informazioni d non sottovalutare.

    RispondiElimina