Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Segui il Canale di Youtube Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguimi su Pinterest

E' solo una ricorrenza.. .. ma in questo articolo voglio ugualmente parlarti di San Valentino. Non considerarlo come un obbligo al quale non puoi sottrarti, ma come una bella opportunità per ritagliarti del tempo con la persona con la quale stai, o con la quale vorresti stare. Proseguendo nella lettura dell'articolo riceverai un po' di suggerimenti su come rendere questo giorno perfetto, da ogni punto di vista. 

Partiamo dalla fine

Silenzio intorno e la testa che continua a girare e girare, incessantemente, senza tregua. Cammini per strada e pare che tutto - la gente le case i negozi i semafori le auto - non faccia parte del tuo stesso mondo. Li vedi, ma non ne avverti la sostanza. In mezzo alla gente quella sensazione di solitudine e dolore si rafforza e lì, proprio nello stesso momento in cui quegli altri ridono parlano e conducono le loro vite, tu ti ritrovi a pensare e ripensare mollemente ad ogni singolo fotogramma della tua storia e cerchi di capire dove e quando quella cosa strepitosa ed entusiasmante ha cominciato ad incrinarsi. Dissotterri i ricordi, le parole, le frasi, quel litigio di tanto tempo fa e ti sforzi strenuamente di capire dove, come e quando le cose impercettibilmente hanno cominciato ad incrinarsi. Cerchi colpe, spiegazioni e giustificazioni perché l'assurdità e la sproporzione tra la felicità di eri e l'oblio di oggi è troppo grande, ingestibile. La verità è che è finita una storia d'amore, perché a volte finiscono, e la colpa non è di nessuno.

Non hai sbagliato articolo, amico mio, ma ho voluto partire dalla fine, dal momento in cui tutto quello che stai per leggere è lontano, un rimpianto, mentre ora è solo un remoto timore che ogni tanto sale su, piano, nel tuo cuore di innamorato. Ho voluto partire dalla fine perché è importante che tu capisca che quella che hai tra le mani, questa storia d'amore, è importante: nonostante le noie e gli scazzi della vita di tutti i giorni, nonostante tutto ciò che ti sta intorno, devi proteggerla, e curarla, questa storia d'amore.
E il giorno di San Valentino cade apposta per questo. Per dare uno stop a tutto il resto, e dedicarti a te, al tuo partner e all'amore. L'ho sempre vissuto con questo spirito, e quelle che seguono sono le cose che ho fato nei miei San Valentino migliori. Prima di cominciare ti invito a scrivere nei commenti una tua esperienza di San Valentino, può essere utile a te, per schiarirti le idee, e a chi legge, per trarre qualche buona dritta.



  1. Trova un regalo perfetto. Il regalo non è un semplice "oggetto" che dalla tua mano passa a quella di un altro. Un regalo è emozione condensata, con la quale comunichi con il tuo partner. Per questo non è detto che una collana di diamanti abbia più valore di un peluche trovato in un mercato delle pulci. Propendi per qualcosa di autentico, qualcosa che faccia capire che conosci il tuo valentino e che lo ami e che tutto questo ha valore per te. Anche il momento nel quale donarlo non è indifferente: non all'inizio dell'incontro - troppo a freddo - né alla fine, troppo tardi. Trova il momento giusto, quando gioia, passione e sentimento sono al loro vertice. Solo allora, con delicatezza, trarrai dal nascondiglio il tuo pensiero, accompagnato da poche e sentite parole.
  2. Trova un posto perfetto. Puoi sbizzarrirti, solo tu conosci i gusti e le preferenze del tuo lui/ della tua lei. Può darsi che preferisca una cena elegante, o una camminata al chiaro di luna, o un incontro nel luogo del primo bacio. Quale che sia la preferenza, l'importante è che sia un posto emozionante, degno di significato per voi e sì, molto romantico. 
  3. Scrivi qualcosa! Comprare un regalo è tutto sommato facile, qualche clic su Amazon ed è fatto o, al più, una strisciata di carta di credito in un negozio. Ma se scrivi una lettera - a mano- è tutto un altro discorso. Nella scrittura condensi veramente i tuoi sentimenti, attraverso il tuo tratto su un foglio di carta, al quale hai dedicato testa, cuore e tempo. 
  4. Cura il clima. San Valentino richiede un clima ed un atteggiamento adatto. Lascia stare i pensieri, i problemi e lo stress che ti porti dietro tutto l'anno (e se non sai come farlo clicca sul link). L'amore è un sentimento totalitario, e non vuole che ci sia spazio per altro. Ferma tutto. Per un giorno vai in ferie da te stesso e pensa soltanto a creare il giorno degli innamorati più bello che tu abbia mai vissuto. C'è stata un po' di maretta tra te ed il tuo amato? Per oggi lascia perdere, chiudi in un cassetto i motivi di rancore e pensa soltanto al bello che c'è ora. 
  5. Cura te stesso. Non dovresti sottovalutare questo aspetto. Hai ragione, non devi fare colpo, e il tuo partner ti ama o dovrebbe per quello che sei. Ma lo stesso dovresti metterti un poco in tiro oggi. E' un regalo che fai a te stesso, ed al tuo lui/ lei: si merita ogni tanto di essere affiancato dalla tua versione migliore, deve provare attrazione e rendersi conto che è parecchio fortunato a stare con te (e se hai bisogno di dritte clicca nell'articolo in cui spiego come funziona l'attrazione fisica).
  6. Cura l'atmosfera. Se vuoi davvero che questo San Valentino sia fantastico, non dovresti tralasciare nulla. Non puoi andare a prendere il tuo lui/lei con la radio accesa sullo Zoo di 105. Crea piuttosto una playlist di musica sufficientemente romantica e d'atmosfera. Solo tu conosci i gusti del tuo partner, ma in questo momento mi sentirei di consigliarti:

      • Kiss Me, dei Sixpence None The Richer
      • Last Kiss, dei Pearl Jam
      • Let Her Go, dei Passenger
      • Anna e Marco, di Lucio Dalla
      • Sweet Disposition, dei Temper Trap
      • Show Me, degli Yes
      • Sun In My Bones, dei Windings
      • Maisie & Neville, dei David Beats Goliath
      • Gabriel, di Lamb
      • I need your Love, di Calvin Harris
      • Wherever You Will Go, dei The Calling
      • Fuse, di Hudson Mohawke
      • Who Is Better Than One, dEi Boys Like Girls
Eccoli qua, i miei consigli. Ti auguro un grosso in bocca al lupo e.. ricordati di raccontarmi come è andata nei commenti!

2 commenti :

  1. è andata bene finchè non è partita la canzone Anna eMMarco. mi ha mollato.
    grazie vita facile

    RispondiElimina