Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Segui il Canale di Youtube Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguimi su Pinterest


Il segreto per andare avanti è iniziare, Sally Berger



Se digiti su Google “smettere di fumare” ti ritrovi con 575000 risultati (sì, cinquecentosettantacinquemila): vuol dire che ci sono 575000 persone che pretendono di poterti fornire la soluzione definitiva su come smettere di fumare. Un po’ troppi non credi? Se digiti "relatività generale di Einstein" i risultati sono poco meno di 72.000!

Lo stesso numero spropositato di pagine è un buon indizio sul fatto che, molto probabilmente, tutta questa mole di guide, dritte e consigli, non serve a nulla, o perlomeno non serve a molto e, sicuramente, non serve a tutti. 
Il sito del ministero della salute , per quanto competente e scientificamente accurato, dedica un pdf di 35 pagine per aiutare a smettere di fumare. Trentacinque pagine per spiegare come fare a non fare una cosa!
Il solo fatto di ritrovarsi con tutte quelle pagine crea automaticamente la sensazione mentale di avere a che fare con un'impresa difficilissima, epica, praticamente impossibile. Un'impresa talmente difficile da far credere che il fallimento sia la normalità, ed il successo l'eccezione. Non per niente, smettere di fumare le sigarette è un evergreen, uno di quei punti che immancabilmente si trovano appuntati nei buoni propositi di inizio anno, nelle liste di obiettivi, per essere regolarmente disatteso dopo poche settimane. 

Eppure, probabilmente, smettere di fumare è più facile di quanto tu abbia mai pensato. La prospettiva che ti offro io rispetto a quella che puoi trovare in molti articoli è un po' diversa, e la tecnica è molto semplice: parte dall'applicazione immediata del concetto di "smettere di fumare".
Vuoi smettere di fumare? Allora, semplicemente, smetti di fumare:

Butta via la sigaretta se stai fumandotela e non accendertene una se non stai facendolo.

Fatto? Ok, hai smesso di fumare.

Ma che, mi stai prendendo in giro? Fosse così semplice mica sarei qui a leggere questa accuratissima pagina!
No, non sto prendendoti in giro e no, non ti dico che è tutto qui. Ti dico che però il 70% dello smettere di fumare sta in quello che ho scritto: butta via la sigaretta se stai fumandotela e non accendertene una se non stai facendolo.

Ora, ciò che resta è continuare a non fumare per il resto della tua vita. Come?
Leggendo i punti che ho scritto qui sotto:



1. Muoviti muoviti muoviti!
muoviti
La nicotina è una droga, forse la più potente mai sviluppata, che crea dipendenza chimica, colpendo i recettori dell'umore che risiedono nel cervello. Se non fumi, i recettori dell'umore cominciano a bussare per chiederti la loro dose di nicotina. Questo avviene con cadenza regolare, ogni ora, per un periodo di circa due settimane. Quello che tu vivi è un desiderio improvviso, come un solletico, che per circa quindici minuti raggiunge il picco di intensità.

Quando ti prende il desiderio di fumare, stare seduto a non fare nulla è probabilmente la cosa peggiore che tu possa fare. In questo modo stai facendo braccio di ferro con la tua dipendenza: poco a poco il desiderio finirà per farti impazzire e prevalere.

Muoviti invece! Reagisci! Esci fuori a fare una passeggiata, gioca ad un videogioco sul telefono: fai qualsiasi piccola attività per 10-15 minuti, il tempo di superare il picco di desiderio e perseverare nello smettere di fumare.



2. Parlane!
parlane
Hai smesso di fumare: c'è di che inorgoglirsi. Non ti vergognare e non nasconderlo. Dire alla gente che hai smesso (nota: non che stai smettendo) è importante. Molte persone saltano questo passaggio, perché non vogliono che qualcuno sappia se falliscono. Essere aperto e onesto con amici e familiari, contribuirà a costruire una struttura di supporto per non fallire. Non aspettarti però che loro facciano tutto per te - non è giusto mettere troppa pressione sui propri cari, e quella dannata dipendenza era solo tua, come è tua la ferma decisione di smettere di fumare.

3. Accetta che sei dipendente sia mentalmente che fisicamente
dipendenza da nicotina
Fumare è una forma di dipendenza fisica (il tuo corpo reclama con regolarità nicotina) e psicologico/ sociale (si creano uno stile di vita e relazioni sociali da fumatore). Per perseverare nel non fumare, è necessario avere una strategia capace di affrontare entrambi gli aspetti; ammettere che hai una dipendenza è vitale - un importante passo mentale – ed altrettanto devi essere pronto a vivere cambiamenti (in meglio) nei tuoi modi di fare, nella tua vita sociale e nei tuoi rapporti: smettere di fumare comporterà dei cambiamenti importanti che, seppur vantaggiosi, potranno avere un impatto importante nella tua vita.

4. Cerca un aiuto professionale.
aiuto a smettere
A volte l'amore di amici e familiari non è sufficiente. Per questo, esiste una cornucopia di opzioni per perseverare nel non fumare. Ecco alcune risorse per motivarti a smettere di fumare o (meglio) continuare a non fumare: 
  • Sito del ministero della salute
  • È facile smettere di fumare: se sai come farlo, il libro definitivo. Leggilo per motivarti e capire in profondità il meccanismo diabolico delle sigarette. La modifica rispetto a quanto riportato nel manuale stesso è che dovrai leggerlo avendo già smesso, avendo cioè già spento la tua ultima sigaretta. 
  • Numero verde contro il fumo, 800 554088 



5. Pavoneggiati e premia i tuoi successi!
premiati per i tuoi successi
Sì, lo so. La gente diventa terribilmente noiosa quando posta continui aggiornamenti su Facebook sul fatto che non ha fumato per due settimane o che ha fumato una sola sigaretta nel corso della settimana o che ha smesso di fumare. Ma la verità è che può essere uno strumento efficace. Se hai smesso di fumare, vantati! Scrivi su Facebook per farlo sapere al mondo, sarà molto più difficile farsi pescare con una sigaretta in mano. Se smetti di fumare un pacco al giorno, finirai risparmiare circa 50€ la settimana. Usa quel denaro per coccolarti, viziarti, uscire più spesso, iscriverti un corso e fare quello che più ti piace.

6. Prova le alternative alle sigarette.
sigarette elettroniche
Al giorno d’oggi, esistono alternative al tabacco ovunque. Cerotti e chewing-gum forniscono una dose di nicotina senza dovere inalare cumuli di fumo e sostanze dannose. Le sigarette elettroniche sono una grande alternativa al fumo che, replicando l'atto e lo stile di vita del fumo, eliminano gli additivi e sostanze cancerogene nocive.

I punti che ho scritto sopra servono solo come linee guida generali. Posso fornirti tutti i fatti (che probabilmente già conosci) e tutti i motivi per cui smettere di fumare è la cosa più intelligente che potresti mai fare, ma a un certo punto devi deciderti e semplicemente smettere di fumare. Ogni volta che ti sorgono dei dubbi, riprendi il controllo e ricorda che tu sei responsabile del tuo corpo. Non si dovrebbe mai scendere a compromessi con se stessi.
Mentre i danni da fumo sono cumulativi, i loro effetti sono reversibili, ecco qui cosa succede al tuo corpo quando smetti di fumare:



Smettere di fumare conviene: i 10 motivi

benefici smettere di fumare

Fonte: Istituto superiore di sanità

Brevissimo termine


  • dopo 20 minuti dall’ultima sigaretta la pressione arteriosa si normalizza; 
  • dopo 8 ore vi è una riduzione della metà dei livelli di nicotina e di monossido di carbonio nel sangue e il livello di ossigeno torna normale; 
  • dopo 24 ore il monossido di carbonio viene eliminato dal corpo e i polmoni iniziano ad autodepurarsi da muco ed altri detriti; 
  • dopo 48-72 ore la nicotina viene eliminata, il sapore delle cose è di nuovo apprezzabile, e il respiro migliora sensibilmente. 

Breve termine, da 2 a 12 settimane di astensione


  • si normalizza la temperatura cutanea di mani e piedi; 
  • migliorano gli scambi gassosi respiratori della circolazione; 
  • la pelle ritorna più luminosa, l’alito più gradevole e l’odore complessivo diventa più piacevole. 

Medio termine, da tre mesi ai 12 mesi di astensione:


  • migliora la tosse e i problemi respiratori; 
  • si ha una riduzione del rischio di mortalità per malattie cardiovascolari. 

Lungo termine, dai 10 ai 15 anni


  • Il rischio di tumore si riduce ai valori minimi di probabilità. 
  • I benefici per la salute si ottengono a qualsiasi età si smetta di fumare.

4 commenti :

  1. Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l'uomo si sia mai costruito! Inoltre ha un vantaggio inestimabile: prima o poi porta ad un infarto cardiaco che abbrevia la vita del fumatore tanto da risparmiargli di morire di cancro ai polmoni! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri, se non sai come farlo vai qui http://www.smettoadesso.it/report-gratuito.html adesso è più facile!

    RispondiElimina
  2. Grazie per il commento Roberto! Il link alla risorsa che hai inserito è pay o free?

    RispondiElimina
  3. La speculazione é una cosa normale purtroppo , i problemi che ci creiamo da solo , come la sigaretta , causano proprio questi chiamiamole opportunita di arricchirsi , senza risolvere pero il problema . Siamo stupidi quando prendiamo la sigaretta in mano la prima volta , perche ancora non dipendenti e poi convinti di dominarla .Alla fine si diventa schiavi ,é una ruota che gira .

    RispondiElimina