Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Segui il Canale di Youtube Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguimi su Pinterest





1 RESISTERE (ROCKY)

“In fondo chi se ne frega se perdo questo incontro, non mi frega niente neanche se mi spacca la testa, perché l'unica cosa che voglio è resistere, nessuno è mai riuscito a resistere con Creed, se io riesco a reggere alla distanza, e se quando suona l'ultimo gong io sono ancora in piedi... se sono ancora in piedi io saprò per la prima volta in vita mia che... che non sono soltanto un bullo di periferia.”

Rocky Balboa


La storia di Rocky Balboa è la storia di chi sa resistere. Di fronte ad un avversario più forte, più ricco, più famoso e più capace il pugile di Philadelphia ha solo un'arma a disposizione: la sua capacità di resistere ai colpi, di andare avanti, di non mollare, mai. Nella vita, molto spesso, è lo stesso: è la capacità di resistere, di non mollare, di andare avanti, di perseverare nonostante le avversità e le difficoltà che fa la differenza tra il successo ed il fallimento. Tra i sogni e gli obiettivi.

2 CREDERE (Freedom Writers)




"Ogni voce che dice che non puoi farlo, deve tacere; ogni voce che dice che non ce la fai deve sparire!"
Erin Gruwell


Come riesce l’insegnante di inglese Erin Gruwell a portare al diploma la sua classe di ragazzi dai trascorsi difficili? Credendoci. Credendo in se stessa, credendo in quei ragazzi e credendo nell'idea che tutti abbiano diritto ad una opportunità, nonostante tutti, gli amici, i colleghi, le istituzioni scolastiche, la famiglia ed il marito gli dicano che sta perdendo tempo. Credere in un sogno può abbattere tutte le barriere, che se trovi qualcuno che crede in te puoi fare grandi cose.

3 Fiducia (Cinderella Man)

 


"Non ho sempre perso, non perderò per sempre"

James Braddock (Russel Crowe)


Perché il pugile James Braddock, rovinato dalla grande depressione, riesce a divenire campione del mondo dei pesi massimi di pugilato? Con impegno ed umiltà, ma soprattutto sapendo che il passato non è il futuro, ed il futuro sta nelle proprie mani e nei propri sogni. Nella vita occorre perseverare, a non mollare, ad essere riconoscente. Sempre.

4 CORAGGIO (300)


“La paura è una compagnia costante, ma accettarla ti renderà più forte”

Leonida


Perché ho messo questo film da tamarri in una rassegna di lezioni di grandi film? Perché la storia romanzata di re Leonida ed i suoi 300 spartani rappresenta una delle fondamenta del pensiero occidentale e in realtà la base di chiunque voglia ottenere dei risultati nella vita: lottare ed affrontare le proprie paure è la soluzione migliore per crescere ed ampliare la propria zona di comfort.

5 SFIDA (Never Back Down)



“Se vuoi essere il migliore devi battere i migliori”

Jake Tyler (Sean Faris)


La frase così non mi convince totalmente: battere gli altri è un pensiero che non condividiamo. Gli altri non si battono, ma si incontrano, ci si coopera e si fa amicizia. Però, se riscriviamo la frase così: "se vuoi essere il migliore, devi misurarti con i migliori" è perfetta. Chiunque voglia crescere deve stare, vivere e misurarsi con gli esempi migliori.


6 DARE IL MASSIMO (Karate Kid)


“Non ha importanza. Che insegna a noi di buono l'uso del pugno? Niente, è solamente un fatto di vita. Vincere o perdere non conta, se farai un buon combattimento sarai rispettato, e dopo nessuno ti disturberà.”


Maestro Miagi


Perché Karate Kid è diventato un film così celebre? Credi che sia per gli incontri di Karate? No, amico mio. Non è per quello. Karate Kid è diventato molto famoso perché è un romanzo di formazione, la storia di un ragazzo che apprendendo il Karate impara a crescere ed a conoscere se stesso, attraverso la passione, l'abnegazione e la dedizione. 

7 LOTTARE (Ogni Maledetta Domenica)





“Non so cosa dirvi davvero. 3 minuti alla nostra più difficile sfida professionale. Tutto si decide oggi. Ora noi o risorgiamo come squadra o cederemo un centimetro alla volta, uno schema dopo l'altro, fino alla disfatta. Siamo all'inferno adesso signori miei. Credetemi. E possiamo rimanerci, farci prendere a schiaffi, oppure aprirci la strada lottando verso la luce. Possiamo scalare le pareti dell'inferno un centimetro alla volta. Io però non posso farlo per voi. Sono troppo vecchio. Mi guardo intorno, vedo i vostri giovani volti e penso "certo che ho commesso tutti gli errori che un uomo di mezza età possa fare". Si perché io ho sperperato tutti i miei soldi, che ci crediate o no. Ho cacciato via tutti quelli che mi volevano bene e da qualche anno mi dà anche fastidio la faccia che vedo nello specchio. Sapete con il tempo, con l'età, tante cose ci vengono tolte, ma questo fa parte della vita. Però tu lo impari solo quando quelle cose le cominci a perdere e scopri che la vita è un gioco di centimetri, e così è il football. Perché in entrambi questi giochi, la vita e il football, il margine di errore è ridottissimo. Capitelo. Mezzo passo fatto un po' in anticipo o in ritardo e voi non ce la fate, mezzo secondo troppo veloci o troppo lenti e mancate la presa. Ma i centimetri che ci servono, sono dappertutto, sono intorno a noi, ce ne sono in ogni break della partita, ad ogni minuto, ad ogni secondo. In questa squadra si combatte per un centimetro, in questa squadra massacriamo di fatica noi stessi e tutti quelli intorno a noi per un centimetro, ci difendiamo con le unghie e con i denti per un centimetro, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei centimetri il totale allora farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta, la differenza fra vivere e morire. E voglio dirvi una cosa: in ogni scontro è colui il quale è disposto a morire che guadagnerà un centimetro, e io so che se potrò avere una esistenza appagante sarà perché sono disposto ancora a battermi e a morire per quel centimetro. La nostra vita è tutta lì, in questo consiste. In quei 10 centimetri davanti alla faccia, ma io non posso obbligarvi a lottare. Dovete guardare il compagno che avete accanto, guardarlo negli occhi, io scommetto che ci vedrete un uomo determinato a guadagnare terreno con voi, che ci vedrete un uomo che si sacrificherà volentieri per questa squadra, consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per lui. Questo è essere una squadra signori miei. Perciò o noi risorgiamo adesso come collettivo, o saremo annientati individualmente. È il football ragazzi, è tutto qui. Allora, che cosa volete fare?”


Tony D'Amato

Il vecchio allenatore Tony D’Amato si trova a rimettere insieme i pezzi della squadra di Football degli Sharks e, soprattutto della sua vita Ce la farà? Da non perdere il monologo di Al Pacino negli spogliatoi… motiverebbe anche un cavallo demotivato.

8 RIALZARSI (Rocky Balboa)

 



"L'importante non è come colpisci l'importante è come sai resistere ai colpi come incassi e una volta che finisci al tappeto hai la forza di rialzarti… così sei un vincente!"
Sylvester Stallone

Rocky è ormai vecchio, giunto a quello che molti considererebbero il tramonto della sua vita. Adriana è morta, suo figlio lo detesta, le grandi arene sportive sono lontane. Passa le serate raccontando i suoi antichi fasti, che stridono rispetto ad un oggi grigio e sbiadito. Ne ha prese tante, in questi anni. Ma non così tante da impedirgli di rialzarsi, una volta di più.

NON TI BASTA? QUI TROVI 50 FILM MOTIVANTI CHE POSSONO CAMBIARE LA TUA VITA

0 commenti :

Posta un commento