Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Segui il Canale di Youtube Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Seguimi su Pinterest

Dieta, Dimagrire, Perdere peso, Ingrassare, Costanza, Perseveranza, Pensiero Positivo, Motivazione, Magro, Grasso, Obiettivi,
Ti sei mai chiesto qual'è il vero motivo per cui le diete non funzionano quasi mai?
Certo, sicuramente avrai incontrato qualcuno che ha fatto una dieta ed ha perso molti chili, ma la verità è che è dimagrito grazie alla sua volontà e nonostante la dieta!
Anche io in passato ho sofferto di qualche chilo in più ed anche io sono passato in mezzo al calvario di chi vuole perdere peso: dietologo, dieta consigliata dall'amica, dieta letta sul giornale, dieta del minestrone, dieta del gelato, dieta proteica, dieta a zona, dieta californiana, dieta tibetana, barrette sostitutive, frullati, pillole e pilloline magiche, visita dall'erboristeria di fiducia, digiuni totali, medicina cinese, agopuntura, riflessologia eccetera eccetera
Insomma, posso dire con piena coscienza che avevo provate davvero tutte le diete possibili! A volte non funzionavano del tutto, a volte solo in parte, a volte perdevo qualche chilo per poi riprenderlo nel giro di qualche settimana, ma, in ogni caso, capivo che c'era qualcosa di sbagliato nell'approccio in sé.
Avevo fatto studi elevati, mi consideravo una persona intelligente e ne avevo riscontro nella vita comune, avevo una bella relazione... ma non riuscivo a capire come fosse possibile che ci fosse questo aspetto che sfuggiva totalmente del mio controllo. Mi faceva infuriare! Cos'era che non riuscivo a fare? Qual'era il dato mancante che non mi consentiva di arrivare ad una soluzione?
Decisi così di studiare davvero il problema e di non accontentarmi più di quello che leggevo o di quello che dicevano gli altri. Lessi libri, studiai i principi di funzionamento della nutrizione, del comportamento, della fisiologia e della psiche umana. Dovevo, ad ogni costo, capire, cosa non funzionava in tutti gli approcci che esisitevano. A costo di passarci una vita. Posso innanzitutto rassicurarti sul fatto che ci riuscii, altrimenti non sarei qui a raccontartelo!
Ma la cosa più straordinaria accadde dopo, quando i miei amici e le persone che mi conoscevano, stupite dal risultato vollero sapere cosa c'era dietro, quale fosse il segreto del miracolo. Devo dire che nell'ultimo periodo mi ero lasciato un po' andare... e posso capire che il mio dimagrimento potesse apparire agli altri un vero e proprio miracolo!
Decisi così di spiegare e seguire passo passo la tecnologia del dimagrimento che avevo creato ai miei amici e be', devo proprio dire che i risultanti furono una grandissima soddisfazione per me! Era bellissimo potere vedere i miei amici più magri, ma soprattutto più felici, più sani e più in forma per merito mio. La voce si sparse e così decisi di scrivere proprio un libro: era impossibile stare dietro a tutti! Nacque così il mio manuale contenente la tecnologia del dimagrimento che da allora ha aiutato veramente tante persone a superare i loro problemi nell'approccio al dimagrimento.
La svolta fondamentale la ebbi quando compresi un principio semplice ma che fu fondamentale nella costruzione della mia tecnologia del dimagrimento e dell'essere magri.
Mi misi a riflettere: io ero veramente bravo e veramente capace a fare le cose, ma la dieta - quella fu la rivelazione -nella sostanza era un non fare le cose.
La dieta era, sostanzialmente, non mangiare o meglio, non mangiare in eccesso! Un conto era sapere come le cose vanno fatto, ma ci vogliono tutte altre tecniche per imparare a non fare le cose. La nostra società, dalla scuola al lavoro, ci educa su come essere bravi nel fare, e lascia totalmente scoperto il come non fare. Se ci pensate, tutti i maggiori problemi del nostro tempo, dal fumare, al dimagrire, alla droga, ai furti... sono tutte cose che occorre imparare come non fare!
Su questa base decisi quindi di sviluppare il mio metodo. Naturalmente, non basta un articolo, per quanto lungo e ben scritto a esplicare totalmente tutta la struttura, principi e metodi della tecnologia del dimagrimento, ma voglio passarti un'informazione che da sola può già produrre grossissimi risultati nel tuo obiettivo di dimagrimento. Pronto?
Un punto che è vitale tu comprenda è che ognuno di noi sviluppa una specifica preferenza verso una macro-categoria alimentare. Nel mondo anglosassone ci si riferisce a questa tendenza individuando soggetti che sono "Addicted to sweet", vale a dire che sono naturalmente orientati a cibi che vanno a soddisfare la voglia di dolce, ed altre categorie di soggetti che invece sono "Addicted to salt", vale a dire che sono invece orientati maggioritariamente verso cibi che soddisfino la loro voglia di salato.
Individuare la propria addiction base è quindi uno dei primi passi da compiere per sviluppare un piano alimentare che garantisca risultati in termini di diminuzione del peso importanti e, soprattutto, piacere e soddisfazione nel seguirlo. Come scoprire se si è "Addicted to sweet" o "Addicted to salt"? E' molto semplice. Quando rovini la tua dieta, lo fai per ingurgitarti di formaggi, patatine, crackers e pizza o di caramelle, torte, biscotti e brioche? Nel primo caso sarai "Addicted to salt", nel secondo "Addicted to sweet"
Esistono altre significative variazioni tra questi due orientamenti principali, che richiedono particolari accorgimenti che ho individuato nello schema base di composizione alimentare, ma per il 90% della popolazione mondiale, le categorie di riferimento sono queste due. Una volta individuata la tua addiction principale occorre individuare come sostituire in maniera piacevole l'alimento goloso ma grasso. Ho quindi individuato per ogni tipologia di cibo, dei sostitutivi che, pur soddisfando integralmente la specifica necessità di assimilazione e sfumatura di sapore, non comportano che l'assunzione, al massimo di 1/4 delle calorie che assumeresti normalmente.
Sei un appassionato di formaggi fortemente gustosi come il gorgonzola?
Per porti un esempio tra i tanti, il Quartirolo o la Feta riescono ad ingannare perfettamente le papille gustative soddisfacendoti e garantendoti il dimagrimento che desideri!
Come ti dicevo, la lista di cibi sani sostitutivi a ridotto apporto calorico è molto lunga, ma prova tu stesso a seguire questo tipo di tecnica e potrai vedere risultati veramente molto importanti!

0 commenti :

Posta un commento